Rammstein – Rammstein

Rammstein - Rammstein

Dopo dieci anni dall’uscita dell’ultimo album, i Rammstein tornano sulla scena musicale a maggio del 2019, con un disco senza nome. Copertina bianca e fiammifero sullo sfondo sono l’immagine del nuovo lavoro della band tedesca, le cui esibizioni in questi anni sono state sempre più clamorose.  

Apre il disco Deutschland, un mix di musica elettronica e metal, il cui testo è ricco di autocitazioni e che rappresenta una sorta di celebrazione della Germania, madre patria con cui la band ha un rapporto di amore e odio. Segue il brano Radio, con un inno martellante molto più aggressivo e ritmato e, al tempo stesso, un lontano tocco melodico. 

Si passa, poi, allo space sound anni Novanta di Weit Weg, all’hard rock di Sex, per giungere, invece, alla delicatezza della ballad DiamantTattoo, invece, è un brano spietato, il quale da un lato sottolinea il carattere più tagliente dell’intero album, dall’altro lato, invece, presenta un piacevole ritornello. 

E, cosa dire di Ausländer? Sarcastica e pungente, questa traccia è caratterizzata da una ritmica incalzante di chitarre, che, insieme al ritornello multilingua, contribuiscono a rendere la canzone molto trash e divertente. 

Puppe è un brano incomprensibile dopo un primo ascolto. Si tratta di un insieme di riferimenti a malattie, violenze e rabbia raccontati con drammaticità dalla voce del cantante e da un sound di chitarra particolarmente disturbante, ma al tempo stesso accattivante e affascinante. Tutto il brano è colmo di una tensione che trasmette angoscia, inquietudine e pena: esattamente l’intento della band. 

Conclude Rammstein Hallomann, singolo circondato da un alone di mistero, dato da un certo qual senso di atmosfera notturna: il classico singolo da ascoltare a luci soffuse. 

Tastiere e chitarre per un mix perfetto tra elettronica e metal

In generale, le tastiere coprono un ruolo fondamentale in questo nuovo album, mentre la voce di Till Lindemann è sempre più solenne. Le chitarre, invece, non sono mai le vere protagoniste dei brani. Al contrario, pur rimanendo nella scena, ricoprono un ruolo in background, continuando a costituire le fondamenta per i brani.  

Ed è esattamente questo l’obiettivo dei Rammstein, offrire un album in cui ogni traccia sia peculiare e unica nel suo genere attraverso l’esaltazione della componente elettronica a discapito delle chitarre. Esperimento per il quale inizialmente molti fan avranno storto il naso (o l’orecchio!), ma che conferma l’assoluta genialità della band tedesca.  

Tracklist

  • Deutschland 
  • Radio 
  • Zeig Dich 
  • Ausländer 
  • Sex 
  • Puppe
  • Was Ich Liebe 
  • Diamant 
  • Weit Weg 
  • Tattoo 
  • Hallomann 

Rammstein (Special Edition)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *